Online da Aprile 2006



Confessioni di una maschera

libro-mishima-yukio-confessioni

Il piccolo Kochan è nato con una costituzione gracile ed un fisico non certo forte e resistente tanto che, proprio a causa della sua debolezza, viene tenuto lontano dai ragazzi della sua età, allevato ed accudito morbosamente dalla nonna, una vecchia dura e rigorosa.
Quest'infanzia iper-protetta ed isolata da tutto ha molto probabilmente creato le condizioni basilari per le future suggestioni e fantasie di morte, sesso e violenza del protagonista (come lui stesso avrà modo di confessare nel corso della storia). Il ragazzo, appena entrato nella pubertà, sente subito una forte attrazione per i coetanei del suo stesso sesso, dopo rammenta che già da bambino era rimasto affascinato dai petti nudi sudati degli uomini durante le varie celebrazioni e manifestazioni per strada.
La parola "maschera" del titolo deriva dal modo in cui Kochan è costretto a sviluppare una propria falsa personalità usata per presentarsi agli altri. Crede che tutti intorno a lui siano obbligati a nascondere i propri veri sentimenti gli uni nei confronti degli altri, partecipando così a una grande universale "mascherata".

 

 

Recensione non ancora inserita


Informazioni

Autore Titolo originale Casa editrice Anno
Yukio Mishima
Kamen no kokuhaku
Feltrinelli
Italia, 1969
Giappone, 1948

Commenta

comments powered by Disqus