Online da Aprile 2006



Tanabata Matsuri

L'estate è la stagione in cui vi è la maggior visibilità di corpi celesti nel cielo notturno.
In particolare il 7 Luglio due stelle, Orihime (Vega) e Hikoboshi (Altair), s'incrociano nel cielo. Nella tradizione giapponese non si tratta solo di un semplice fenomeno astronomico, non a caso questa festa è conosciuta anche con il nome di "Festival delle stelle innamorate"; la spiegazione sarebbe da ricercarsi nella millenaria leggenda de "La festa del settimo giorno" (Tanabata Matsuri). Quella segnalata è la più diffusa tra le varie versioni della leggenda, che sembra avere origini cinesi, e che secondo alcune fonti potrebbe anche essere basata su di una storia realmente accaduta in Cina, presso il fiume Hanshui; sarebbe stata poi ambientata in luoghi celesti dal momento che i cinesi erano famosi in quel periodo proprio per la conoscenza avanzata dell'astronomia.
festa-popolare-giapponese-tanabataAd ogni modo il racconto è entrato a far parte del folklore giapponese, tanto che a partire dal periodo Edo (1603-1868) ogni 7 Luglio si è cominciato a festeggiare il Tanabata Matsuri, la "Festa delle stelle".
La festa viene celebrata il 7 luglio, tranne in alcune regioni del Giappone nelle quali si festeggia il 7 agosto, poiché dal momento in cui il Giappone adottò il calendario gregoriano (1873) la festa non ha più una data precisa corrispondente alla data originaria, e per questo motivo viene festeggiata in giorni differenti a seconda del luogo, tra il mese di luglio e quello di agosto.
Famose per questi festeggiamenti sono la città di Sendai (dove si tiene in Agosto) e la città di Hiratsuka (che festeggia in Luglio).
Scomparsa durante il periodo delle guerre mondiali, la festa fu ripristinata nel 1946.
Andando per le strade giapponesi durante il tanabata matsuri si è avvolti da luci e colori.
Infatti, per celebrare l'incontro dei due astri, ma anche per festeggiare nell'auspicio della realizzazione dei propri sogni e speranze, le strade, riempite di cittadini vestiti con il tradizionale yukata, sotto le luci dei zen-washi (tipiche lampade di carta), sono arricchite da diverse decorazioni simboliche.
Le decorazioni che addobbano le strade in festa sono sette, in accordo col numero del mese e del giorno:

Tanzaku: strisce di carta su cui la gente scrive, a volte sotto forma di poesia, preghiere e desideri rivolti alle stelle protagoniste della festa. In particolare sono attratti da questa usanza ragazze e ragazzi, che sono soliti chiedere fortuna nell'amore e, nei tempi più recenti, nello studio. I tanzaku vengono appesi su canne o alberi di bambù;

Kamigorono: kimono di carta che appaiono nelle sfilate e nelle parate. Sono di buon auspicio per evitare malanni ed incidenti;

Toami: rete da pesca. Esporla porterebbe fortuna nella pesca e nei raccolti;

Fukinagashi: strisce filanti colorate. Richiamano i filamenti che Orihime trattava;

Orizuru: origami, in particolare a forma di gru, che portano salute, protezione e lunga vita alle famiglie;

Kinchaku: borsette tradizionali che portano buoni affari e ricchezza;

Kuzukago: sacchi della spazzatura, a simboleggiare la "pulizia", intesa come purezza, e la prosperità.

Ornamenti simbolo del tanabata sono le canne di bambù, che in questa occasione si possono trovare praticamente dappertutto, dagli usci delle case alle stanze, fino anche sulle grondaie, come cita la tradizionale "Canzone del Tanabata":

Sasa no ha saara sara (Le foglie di bambù frusciano)
Nokiba ni yureru. (vicino le gronde ondeggiando.)
Ohoshi-sama kira kira; (Le stelle luccicano;)
Kin-gin sunago. (granelli d'oro e argento.)

La canzone viene cantata soprattutto durante le numerose parate, balli, giochi, che si tengono in giro per le vie piene di bancarelle.
Partecipando al Tanabata Matsuri si può anche concorrere a gare di decorazioni, o anche all'elezione di "Miss Orihime".
Negli ultimi tempi poi anche la Tokyo Tower viene adibita a festeggiare questa notte: se si indossa uno yukata si può avere accesso gratuito all'osservatorio principale e ammirare la Via Lattea e anche Tokyo illuminata.
Col Tanabata Matsuri in Giappone, da secoli, si dà inizio in questo modo caratteristico, al ciclo di feste estive.

a cura di Chiara Akemi

Commenta

comments powered by Disqus